La Befana, 6 gennaio, eventi e curiosità

La Befana

Sulla Befana, anche detta festa dell’Epifania, non si sa molto. Tutte le curiosità nel post e info su come e dove festeggiare.

Prima di tutto, da dove viene la parola? Il nome completo di questa ricorrenza è Epifania del Signore e commemora, principalmente, la visita dei Re Magi al Bambin Gesù, nella grotta.

Difatti in alcuni paesi è anche chiamata festa dei Re Magi.

Cade il 6 gennaio per le comunità che seguono il calendario gregoriano, invece il 19 gennaio per quelle che utilizzano il calendario giuliano.

Se è una tradizione legata alla religione…

Perché Befana?

La parola Befana non è altro che una “corruzione lessicale” perpetrata dai tempi antichi. In questo senso la festa della Befana è diventata folcloristica e slegata dall’ambito religioso.

Tanto che nel folclore italiano si tratta di una signora che la notte del 5 gennaio (proprio come se fosse una specie di Babbo Natale) passa per le case a portare dolciumi e piccoli regali ai bambini buoni. A quelli cattivi porta del carbone.

Vola su una scopa, come fosse una strega e, detto fra noi, assomiglia anche a una vecchia strega (la maggior parte delle volte).

Entra nelle case attraverso il camino, ma al contrario di Babbo natale, non è bella pulita e colorata, ma vestita di nero e sporca di fuliggine.

Origine della Festa

Pare che sia riconducibile ad un rito pagano legato all’agricoltura, collocato tra il X e il VI secolo avanti Cristo, diffusosi in Italia attraverso altri culti affini a quello celtico.

Secondo alcune fonti accettate in Europa, la Befana richiamerebbe la figura celtica di Perchia, Frigg in Scandinavia, Bertha in Gran Bretagna, Holda in Nord Europa. Berchta in Austria.

In pratica rappresenterebbe l’inverno (natura invernale e femminile), un po’ come Jack Frost al maschile.

Con il tempo il cattolicesimo iniziò, come ben sappiamo, a osteggiare e condannare le feste pagane per cui venne sostituita dall’Epifania del Signore, dai Magi.

La Befana Oggi

Ai giorni nostri la Befana, o Epifania, è una festa folcloristica durante la quale vengono organizzati canti, parate, divertimento sia per grandi che per piccini.

Le feste si svolgono in giro per l’Italia, nelle maggiori città, così come in quelle minori.

Ci sono feste a Verona, a Roma in piazza Navona, a Milano (con il corteo dei Re Magi), a Firenze (con la cavalcata dei Re Magi).

Oppure:

  • a Urbania (nelle Marche) la festa dura dal 4 al 6 gennaio, con mostre e fiere, spettacoli di giocolieri e cabaret;
  • a Torino, al museo del Cinema, ci sarà un laboratorio per bambini (biglietto di ingresso – a pagamento);
  • a Bologna, in piazza Maggiore, si terrà una processione dei Re Magi su cammelli e con cavalieri romani;
  • a Venezia invece si tiene una regata di canottaggio tra Babbi Natale e Befane (chi la spunterà?);
  • a Pergine, Valsugana, nell’amato Trentino di mia nonna, si terrà, a conclusione dello scenario “Perzenland e la Valle Incantata” la Corsa delle Befane.

Questi sono solo alcuni degli appuntamenti fissati in giro per la penisola il 6 di gennaio. Per saperne di più ti suggerisco di navigare in rete e trovare quelli più vicini a te e se ne hai, dedicati ai bambini. Si divertiranno moltissimo.

Non hai voglia di uscire?

la befana vien di notte

Ci sono film divertenti con protagonista questo personaggio. Il più simpatico che ho visto è “La Befana vien di notte” del 2018. Nel ruolo della Befana Paola Cortellesi, che durante la notte, si trasforma appunto nella vecchia strega. Se vuoi vederlo lo trovi su Netflix.

È uscito anche il seguito, con Monica Bellucci, che in realtà dovrebbe narrare le origine della storia (ma non lo fa esattamente, creando una nuova storia). In questa pellicola la Befana non è per niente brutta e vecchia, al contrario.

 

la befana vien di notte

Qui accanto la locandina di “La befana vien di notte II”.

La calza della Befana

La tradizione vuole che il giorno della Befana, il 6 gennaio, si regali ai bambini (ma puoi farlo anche con gli adulti se sono… rimasti bambini!!) una calza ricolma di dolci e dolcetti, e magari qualche piccolo giochino.

Ne trovi già pronte, come ad esempio quelle Kinder Ferrero. Oppure da riempire come meglio credi. Ne trovi tante qui.

Volendo puoi anche realizzarle da sola, ci vuole solamente del panno. In alternativa, mia suocera faceva così, acquistava un paio di calze per ogni nipote e oi le riempiva di cioccolatini, caramelle, e ache una piccola mancia.

Tante informazioni in più sulle tradizioni della bBefana le trovi qui.

like commento condividi

#adv

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 6 Media: 5]
Marina Galatioto

Marina Galatioto

Marina Galatioto, autrice di molti romanzi pubblicati in self-publishing e con case editrici (che trovi su Amazon, anche in KU).
Blogger e social media manager ama scrivere e vedere sempre il lato positivo delle cose (il classico bicchiere mezzo pieno!)
Inguaribile ottimista, amante dei gatti e della lettura.

Articoli raccomandati

4 Comments

  1. Francesca Maria Matteucci
    Francesca Maria Matteucci

    che carino questo articolo, sai che di tante cose non ne ero a conoscenza?

    1. Marina Galatioto

      Ciao Francesca, sono contenta di essere stata utile in qualche modo, buona giornata

  2. Nunzia

    Adoro questi eventi legati all’Epifania. Io spero di andare alla Pesavegia che si terrà a Bellano versi Lecco nella notte tra il 5 e il 6.

    1. Marina Galatioto

      Ciao Nunzia, poi facci sapere com’è stato.

Lascia un commento lo leggerò con piacere